Come Funziona?Reinventarsi

Lavorare da Casa Come Assistente Virtuale

lavorare da casa come assistente virtuale

L’assistente virtuale o Virtual Assistant, è una nuova occupazione che permette a molte donne e mamme di lavorare da casa. Di cosa si tratta? Lo vediamo insieme in questo articolo.

Assistente Virtuale – Cos’è e cosa fa

L’Assistente Virtuale è una libera professionista a cui viene affidata parte della gestione di un business di un altro professionista o di una azienda.

Facciamo un esempio: ammettiamo che da domani io capisca di non riuscire più a star dietro a tutte le attività del progetto WoMam e decida di affidarmi a qualcuno che mi possa dare una mano in tutte le questioni che sono delegabili (invento: pubblicazione dei post, parte grafica del sito, emissione delle fatture…), ecco…dovrei rivolgermi proprio ad una Assistente Virtuale e definire insieme a questa figura come procedere e il pacchetto di attività che potrebbero essere portate avanti da lei.

In pratica è un accordo tra professionisti dove l’assistente virtuale è quella figura che semplifica il lavoro al suo cliente.

Quali sono le principali mansioni di una Assistente Virtuale

Per questo primo post introduttivo sull’argomento, faremo semplicemente una breve carrellata delle possibili attività che usualmente competono ad una assistente virtuale. Se vi interessa approfondire l’argomento, scrivetemi: possiamo dare tutto lo spazio che volete a questa nuova professione che permette alle mamme di lavorare da casa.

Ok, torniamo a noi. Ovviamente ogni Assistente Virtuale avrà una area in cui è più brava/preparata…insomma specializzata. Ma allo stesso tempo deve essere una persona molto versatile. Alcune attività di cui può occuparsi sono:

  • Contabilità
  • Amministrazione
  • Attività di Back-Office
  • Traduzioni
  • Customer Care
  • Creazione di Contenuti
  • Gestione Pagine Social
  • Gestione/organizzazione dell’ Agenda del Cliente
  • Gestione delle Newsletter

Come diventare una Assistente Virtuale?

Non c’è un “albo” delle Assistenti Virtuali, un corso di laurea o una specializzazione da prendere obbligatoriamente. Il consiglio comunque è quello di non improvvisare. Ci sono molti siti web dove le Assistenti Virtuali si presentano (puoi iniziare a studiarli per osservare la concorrenza) e altrettanti in cui vengono venduti corsi di formazione a pagamento sull’argomento.

Io ti direi di formarti, senza esagerare. Non arriverà ma il momento in cui sarai abile in tutti i possibili compiti da portare a termine. Parti da quelle mansioni che senti più tue, da quelle che sono in linea con il tuo lavoro precedente o con le tue capacità personali intrinseche. E poi piano piano potrai allargare gli orizzonti e percorrere anche strade sconosciute.

Per esempio, se io domani dovessi diventare Assistente Virtuale, potrei vendere pacchetti legati al mondo social, alla produzione di business plan, gantt, presentazioni…ecc. Ma vista la mia totale ignoranza in materia amministrativo/contabile all’inizio non penserei a propormi in questa veste, riservandomi di approfondire in un secondo momento queste competenze per aggiungerle al paniere di attività da offrire.

Se stai pensando di diventare Assistente Virtuale ma non sai da dove cominciare, prenota una videocall con me (link i primi 30 minuti te li regalo io), analizzeremo insieme i tuoi cavalli di battaglia per costruirti una figura professionale ad hoc.

Bene eccoci alla fine di questo articolo! Conoscevi il mondo delle Assistenti Virtuali? Ti piacerebbe lavorare in questo settore? Fammi sapere nei commenti o nei post. E se cerchi altri lavori perfetti per le mamme, puoi consultare questi altri articoli del blog:

Lavori ideali per mamme – da casa e in italiano

Lavorare da casa on-line – Come Funziona? (in questo articolo trovi numerosi link a diverse modalità per guadagnare lavorando da casa)

Lavorare da casa – La soluzione ideale per le mamme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *