Come diventare lettore di audiolibri e guadagnarci

come diventare lettore di audiolibri

Gli audiolibri sono stati protagonisti di un vero e proprio boom negli ultimi anni, raggiungendo una quantità di pubblico incredibile e molto variegata. Il successo di tale formato è sicuramente dovuto alla versatilità del prodotto e al fatto che sia in grado di adattarsi alla vita di ognuno di noi. Dalla persona che ascolta un audiolibro mentre fa il bagnetto ai propri figli, a quella che li ascolta in auto mentre giuda verso un appuntamento di lavoro.

La grande diffusione di questa nuova tendenza genera un’ampia richiesta di nuovi narratori o speaker capaci di raccontare e trasmettere le emozioni di un romanzo o di una qualsiasi opera letteraria grazie alle qualità interpretative della propria voce.

Se ti interessa scoprire come diventare un lettore di audiolibri e, soprattutto, come fare a guadagnarci…sei nel posto giusto! Nelle righe che seguono ti spiegherò meglio quali caratteristiche servono per approcciarsi a questo lavoro, quali strumenti tecnici e quali canali si possono utilizzare per renderlo una professione.

Quali conoscenze servono per diventare lettore di audiolibri?

Come potrai immaginare, non basta amare la lettura per essere pronti a diventare lettore di audiolibri. Tra le competenze assolutamente necessarie per fare strada in questa professione troviamo

  • qualità della voce
  • capacità di storytelling
  • doti attoriali/formazione teatrale
  • ottima dizione
  • nessuna inflessione dialettale

Eccoti, ti vedo già disperata. Ami la lettura e hai una bella voce ma ti mancano le competenze specifiche attoriali/teatrali. Sai che ti dico? Che le cose si imparano, ci si può formare partecipando a corsi in presenza o on-line di teatro, dizione o storytelling. Se questa è una tua passione perchè non studiare per farla diventare un lavoro?

Capisco che sia meno immediato di altre strade per reinventarsi. Se cerchi scorciatoie o semplicemente un impiego alla portata di tutti puoi sempre dare un’occhiata qui.

Quali strumenti servono per diventare lettore di audiolibri?

A livello tecnico i requisiti sono assolutamente abbordabili, è sufficiente avere un buon computer e corredarlo di tutti gli accessori indispensabili alla registrazione:

  • microfono (meglio se con filtro antipop)
  • cuffia a padiglione chiuso
  • sofware adeguato allo scopo (es: audacity)
  • scheda audio esterna (opzionale)

Come proporsi e come guadagnare come lettore di audiolibri

Prima di proporsi come lettore di audiolibri è indispensabile procedere con la realizzazione di una demo, un breve file a scopo dimostrativo. Potrebbe essere utile registrare demo diverse di opere differenti per spaziare vari tipi di genere. Ancora non sai in quale stile dai il tuo meglio, potresti essere una ottima interprete di saggi e non di thriller.

Per fare pratica, potresti proporti come volontaria presso associazioni a sostegno di disabili, anziani o ipovedenti. Avrai modo di testare la tua preparazione, di entrare in questo ambiente e allo stesso tempo di fare qualcosa di buono per la nostra società.

Una volta che ti senti pronta, non ti resta che candidarti. Come sai, esistono diverse piattaforme per cui è possibile offrire servizi di vario tipo come freelance e il lettore di audiolibri è una figura abbastanza richiesta.

Bene! Direi che non c’è l’unica cosa da fare ora è cominciare! Fammi sapere nei commenti se questa professione alternativa ti interessa e in che modo pensi di iniziare a muovere i primi passi in questo ambiente.

16 pensieri su “Come diventare lettore di audiolibri e guadagnarci

  1. Salve,mi chiamo Roberto Tramannoni,ho 49 anni,ho studiato canto lirico per 5 anni e vorrei intraprendere questo lavoro come speaker. Ho gia’ fatto 2 audiolibri

  2. Buongiorno,
    sono Giovanna, ho 63 anni ed ho bisogno di un lavoro part time. Sono docente di conversazione Inglese presso un Liceo Linguistico.
    Mi piacerebbe essere narratore sia in Italiano che in Inglese, essendo madre lingua inglese.
    Da dove inizio?????
    grazie

    1. Ciao Giovanna e benvenuta! Fossi in te seguirei due strade:

      1) inizierei a proporre il mio servizio sulle piattaforme on-line indicate nell’articolo (fiverr, upwork…).
      2) metterei in piedi un mio servizio di traduzioni indipendente, studiando a fondo il pubblico a cui rivolgermi e il servizio da offrire.

      PS: visto che sei madrelingua inglese, hai mai pensato di lavorare grazie alle piattaforme on-line che cercano traduttori (es: proz, textmaster..ecc)? Inoltre, puoi pensare a creare un tuo progetto nell’ambito delle lingue un po’ come ha fatto Norma di Norma’s Teaching.

      Pensaci e fammi sapere!

  3. Ciao mi chiamo Emanuela, sono un’attrice( ho fatto teatro, cinema e televisione), ora sto esplorando il mondo della radio come speaker. Il lavoro di speaker di audiolibri sembra calzare apposta per me perché ho una bella voce e mi piace la la lettura interpretativa solo che non so da dove come cominciare. Vorrei iniziare leggendo qualche breve racconto, ad esempio le fiabe che sono diventate il mio pane quotidiano con una bimba che va alla materna, ma non solo, e pubblicare in qualche sito per autopromuovermi. Mi pongo il quesito di dove pubblicarle ma soprattutto se leggo un racconto di un autore famoso è soggetto al diritto d’autore? Io non ho scritto un libro mio con cui posso anche promuovermi come autolettrice. E poi ho dato un’occhiata veloce ai siti upwork, fiverr, freelancer, peopleperhour, voice 123 anche se conosco l’inglese per acquisire dimestichezza partirei da uno in italiano per poi approdare eventualmente ad altro.

    1. Ciao Emanuela,

      relativamente alle possibili piattaforme, se vuoi evitare l’inglese, ti consiglio di provare addlance che è dedicata ai freelance italiani. Non so se cercano lettori di audiolibri ma puoi provare a dare un’occhiata.

      Per quanto riguarda il problema dei diritti di autore, ho pensato a due strade differenti per evitare problemi:
      – pensare ad un servizio che parte dalla lettura di spezzoni di libri famosi e che poi integri con commenti o pezzi recitati da te che esulano dal libro
      – offrire il servizio di lettura per blog o freelance che hanno bisogno di aggiungere tracce audio ai propri testi/corsi/contenuti

      Che ne dici? tienimi aggiornata su come intendi procedere!

  4. Salve! Mi chiamo Massimiliano, mi chiamo Massimiliano, studio lettere e mi piacerebbe tantissimo cominciare a fare questo lavoro…ma ho il rotacismo! Il problema è che mi dispiacerebbe correggerlo, perché è una caratteristica che apprezzo. Sicuramente avrei un deficit lavorativo nel campo, ma quanto influenzerebbe sulle possibilità di impiego? Grazie in anticipo della risposta.

    1. Ciao Massimiliano! Non so dirti quanto questa tua caratteristica potrebbe influenzare un tuo impiego nel campo. La strada è solo una: provare! Nell’articolo trovi suggerimenti per iniziare a proporsi. Vale la pena tentare e vedere come va. In bocca al lupo!

  5. Ciao sono Claudia ho 53 anni ,sono una maestra di scuola elementare e mamma di tre ragazzi , vorrei intraprendere la strada di lettrice di audiolibri ,da dove parto?

    1. Ciao Claudia,
      inizia a fare qualche prova e registrare delle demo da sottoporre alle case editrici oppure da usare come portfolio e proporti su fiverr e altri siti per freelance. Fammi sapere coma va!

    1. come ogni attività, dipende da come viene gestita. Se è una prestazione occasionale può bastare la ritenuta d’acconto, se diventa continuativa, serva p.iva

  6. Buon giorno Cecilia,
    sono un’attrice di teatro e una docente di uso della voce. Mi piacerebbe molto questo mondo degli audiolibri. Ho la p. Iva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.