Rubrica “Come Funziona?” – Fiverr

Fiverr è una piattaforma dedicata al lavoro freelance in cui è possibile offrire da casa prodotti e servizi (chiamati “Gig”) a un prezzo che varia da 5 a 500 dollari.

Come ti anticipavo nell’articolo “Rendersi indipendenti – 4 Esempi Pratici”, i servizi che si possono proporre sono davvero disparati:

si possono scrivere articoli o curriculum, si possono realizzare business plan, creare siti, loghi, pubblicità…ma si possono anche offrire consulenze nei settori più disparati: si passa dal puro business ad argomenti più leggeri come fitness e diete piuttosto che bambini e famiglia.

Praticamente si può offrire qualsiasi servizio. E tu che servizio potresti offrire? Se proprio non hai nessuna idea, pensa che esistono attività alla portata di tutti come l’inserimento di dati in fogli excel piuttosto che la trascrizione di file audio.

Se invece hai voglia di metterci del tuo, pensa a cosa sei brava a fare attingendo al tuo bacino di conoscenze, competenze e soprattutto esperienze.

Esempio

Ti faccio un esempio pratico: mia mamma, che ora è in pensione, è stata una insegnate, una maestra delle elementari. In base a quelle che sono le competenze sviluppate in quaranta anni di lavoro, potrebbe senza nessuna fatica vendere un servizio del tipo: “preparare la programmazione di matematica per le classi di seconda elementare (argomenti, verifiche, compiti)” e questo servizio potrebbe essere acquistato da una maestra alle prime armi o da una un po’ svogliata che non ha avuto tempo o modo di farlo.

Ma mia mamma è anche una figlia, l’unica femmina di una vecchietta di 93 anni (mia nonna) e si sta occupando delle sue necessità. Quindi, attingendo dalle sue esperienze potrebbe offrire una consulenza su come scegliere/gestire una badante, su come organizzare le attività per far passare la giornata ad una nonnetta mezza sorda e un po’ ciecata, piuttosto che su come definire il suo calendario di visite, dottori e medicine.

Ovviamente sto estremizzando ma ti sto facendo questo esempio limite perché non ti devi fossilizzare solo sul “pezzo di carta” e sul “titolo” che si ha. Dietro ognuno di noi c’è molto di più, c’è tutto il bagaglio della nostra vita che ci portiamo dietro.

Se sei una ragioniera ma hai la passione del fitness, puoi offrire programmi per restare in forma oltre che pareri di contabilità.

Se sei un avvocato con la passione per la grafica, puoi offrire un servizio di web design oltre che di consulenza legale.

Capisci cosa intendo?

Ok, mi hai convinto, voglio provare….come si fa?

La prima cosa da fare è accedere al sito e registrarsi, lo puoi fare con Google, Facebook, o anche inserendo nome, e-mail e password. Dopo di che è sufficiente convalidare l’account cliccando sul link dell’e-mail che ricevi sulla casella di posta. Successivamente ti consiglio di completare i dati del tuo profilo. Aggiungi la tua foto e una descrizione di chi sei e cosa fai.

A questo punto siamo arrivati al momento fatidico, cioè quello in cui puoi pubblicare la prima offerta (il famoso “Gig”) su Fiverr!!

Inserisci un titolo del tipo “Io posso [fare questo] per 5 dollari”, scegli la categoria del tuo prodotto (marketing online, scrittura e traduzione…ecc) e descrivi dettagliatamente il tuo servizio: devi esplicitare il tempo di cui hai bisogno per completare un lavoro, istruzioni e dati preliminari che potrebbero servirti…

Ti consiglio di aggiungere sempre un’immagine ed eventualmente anche un video per attirare l’attenzione degli utenti.

Quando pensi di aver completato tutto puoi pubblicare il tuo “Gig” che verrà revisionato dagli amministratori della piattaforma e successivamente approvato.

Ma chi vuole lavorare per 5 dollari?

Ok, lo so che ora ti starai facendo questa domanda ma…in realtà potresti guadagnare molto di più. Infatti:

Se offri diversi servizi (un “Gig” per le traduzioni, uno per le trascrizioni, uno per le consulenze…) puoi guadagnare 5 euro per ognuno di essi;

Se sei in grado di offrire servizi abbastanza completi puoi vendere la soluzione base per 5 dollari, la standard per 5+ 5 dollari e la premium per 5+5+5.

Se il tuo impegno sulla piattaforma è limitato, beh vorrà dire che ti serve per arrotondare gli introiti della tua attività principale. Anche se poco, è sempre meglio di niente!

Ultime Raccomandazioni

Ti leggo nel pensiero e vedo già che pensi che sia una cosa complicatissima. in realtà è più difficile da spiegare che da fare, perciò ti consiglio di fare un giro sulla piattaforma per toccare con mano la moltitudine di servizi disponibili.

Se vedi che c’è già qualcuno che offre il tipo di servizio che vorresti proporre tu, cerca di capire come potresti sbaragliare la concorrenza con una prestazione completa e personalizzata. E se vedi qualcosa che non ti piace e pensi di poterla fare meglio, provaci, sono sicura che brillerai.

E l’inglese? Dai non ci credo che nel 2019 l’inglese sia ancora un problema! Il voler intraprendere questa strada potrebbe essere un’ottima occasione per impararlo quel tanto che basta da permetterti di lavorare! Ma se proprio non hai modo di impararlo, specificherai di sapere solo l’italiano e verrai contattata solo da chi conosce la lingua (ovviamente restringendo drammaticamente il campo dei potenziali clienti).

Comunque ti prometto che prossimamente in questa rubrica del “Lavorare on-line – Ma Come Funziona?” darò spazio anche a piattaforme Italiane come Addlance e DEHTEC.

Ci sentiamo presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest