Inerzia al Cambiamento – La Storia di Fabiana

Fabiana è una donna in carriera di 38 anni, lavora come manager in una grossa società di consulenza, è single e il lavoro è tutta la sua vita. Guadagna bene e le piace investire il suo stipendio in viaggi e prodotti di profumeria.

La stai invidiando?

Beh continuo col dirti che si sente sempre sola e che spesso si compra una borsa per consolarsi: “sai ero un po’ triste”. Passa in ufficio tutte le sue serate e spesso quando torna a casa si trova a dover riaprire il computer per rispondere alle ultime mail abbuffandosi di gelato.

Non si ricorda neanche più l’ultima volta che ha preso un aperitivo con gli amici.

Anche io ho fatto questa vita (fortunatamente per un periodo limitato di due anni) e non è facile uscirne…arrivi ad essere drogato di lavoro, ma ad un certo punto bisogna guardarsi dentro e chiedersi se si vuole passare tutta la vita così: un conto è farlo a 25 anni per farsi le ossa e per poter mettere a curriculum un impiego importante…un conto a 40.

Personalmente, anche se il tipo di lavoro mi piaceva, mi sono resa conto che il mio desiderio non era quello di “vivere per lavorare”, quindi ho aggiornato il curriculum e cercato attivamente una nuova opportunità: nel giro di due mesi lavoravo in un’altra famosissima azienda, pagata meglio per stare in ufficio meno ore e in un ambiente più sereno.

Penserai che anche Fabiana avrebbe questa possibilità, una donna di tale esperienza potrebbe trovare una nuova occupazione al solo schiocco di dita.

Già potrebbe…ma la paura di mettersi in discussione è troppa e l’idea di trovare un posto di lavoro “sbagliato” la terrorizza. Risultato: piuttosto che rischiare continua a farsi schiavizzare nella prestigiosa società di consulenza.

Stesso lavoro, stesso stipendio e stessi orari. Notti in ufficio e borse comprate per consolarsi.

Questa non è vita! Il tuo lavoro deve darti soddisfazioni e uno stipendio decente, ma soprattutto deve permetterti di vivere. Non è importante avere soldi da buttare se non hai neanche il tempo di andare a mangiarti una pizza con una buona amica o di farti una vacanza senza doverti portare dietro il pc aziendale.

I soldi vanno e vengono, i soldi si guadagnano, ma il tempo speso no, quello non te lo ridà indietro nessuno, quel tempo è PERSO.

Se ti trovi in questa situazione, riflettici e fai qualcosa! Subito però, non rimandare!

Ti lascio qualche link di buon auspicio nel caso tu ti fossi riconosciuta in questa storia e volessi cambiare vita. Spero davvero che possano esserti utili!

Rendersi Indipendenti – Da Dove Comincio?

Rendersi Indipendenti – 5 Suggerimenti

Rendersi Indipendenti – 4 Esempi Pratici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest